Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Dichiarazioni di valore per titoli di studio spagnoli

Dichiarazioni di valore

Le dichiarazioni di valore rilasciate da questa Cancelleria Consolare attestano il valore accademico di titoli di studio ufficiali conseguiti in Spagna nella circoscrizione consolare di Madrid (Andalucia, Asturias, Cantabria, Castilla-La Mancha, Castilla y León, Extremadura, Galicia, La Rioja, Madrid, Navarra, Pais Vasco, Ceuta e Melilla).

Per i titoli di studio rilasciati in Aragón, Cataluña, Comunidad Valenciana, Islas Baleares, Murcia e Principato di Andorra la dichiarazione di valore deve essere richiesta al Consolato Generale d’Italia di Barcellona (clicca qui).

Per titoli di studio rilasciati alle Isole Canarie la dichiarazione di valore deve essere richiesta al Vice Consolato d’Italia in Arona (clicca qui).

Non saranno rilasciate dichiarazioni di valore relative a “titoli propri delle università spagnole”, vale a dire a diplomi riguardanti programmi universitari non ufficiali la cui disciplina non è stata regolata dal governo spagnolo.

La dichiarazione di valore dei titoli può essere richiesta dalle Autorità italiane per diversi motivi:

• il prosieguo degli studi in Italia (servizio gratuito)

• ai fini pensionistici (INPS) (servizio gratuito)

• ai fini professionali, in questo caso si applica la tariffa consolare di € 41,00

Per ottenere una lista dei documenti necessari per l’iscrizione presso le Università italiane, oltre alla dichiarazione di valore, è opportuno contattare la Segreteria della Facoltà prescelta: https://studenti-internazionali.cineca.it/index.php/it/pub/contatti_atenei

 

La documentazione per richiedere la dichiarazione di valore deve essere inoltrata per posta cartacea a: Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia di Madrid – c/Agustin de Betancourt, 3 – 28003 Madrid

Documentazione da inoltrare 

  1. Modulo di richiesta debitamente compilato e firmato in originale (link modulo)
  2. Fotocopia del documento di riconoscimento (carta d’identità o passaporto).
  3. Copia autenticata del titolo di studio, o in sua assenza del certificato accademico, precedentemente legalizzato (Apostille prevista dalla Convenzione dell’Aja del 5/10/1961) – Vedi sotto
  4. Per dichiarazioni a fini professionali, ricevuta del pagamento della tariffa di 41€ versata sul conto corrente del BANCO SANTANDER, IBAN: ES08 0030 1126 4500 0155 4271, BIC/SWIFT: BSCHESMM; causale “Dichiarazione di valore + nome richiedente“.
  5. una busta preaffrancata per la restituzione della dichiarazione di valore emessa, con l’indicazione del proprio indirizzo

In alternativa si può predisporre un ritiro con corriere privato internazionale a proprie spese.

 

Per dichiarazioni di valore di dottorati di ricerca serve, oltre alla documentazione sopra descritta, un certificato universitario munito del codice CSV o QR di verifica, con i seguenti dati:

          nome del programma di dottorato

          nome del dipartimento o della Facoltà

          data di lettura della tesi e voto ottenuto

          durata del dottorato in anni accademici

          Regio Decreto che lo disciplina

Certificati d’Iscrizione al dottorato di ricerca ai fini dell’aspettativa

La richiesta deve pervenire con i documenti di cui ai punti 1,2, 4 e 5 ed il certificato universitario, munito del codice CSV o QR di verifica, contente i dati:

– nome del dipartimento o della Facoltà e del programma di dottorato

– Regio Decreto che lo disciplina

– indicazione di ammissione o meno a tempo completo

– indicazione di godimento o meno di borsa di studio.

 

Autentica di copie

Non inviare mai gli originali in quanto questa Cancelleria Consolare non può rispondere di eventuali smarrimenti o disguidi postali. Le copie si possono autenticare presso gli Enti pubblici spagnoli. Si ricorda che i cittadini dell’Unione Europea possono firmare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante la conformità delle copie con gli originali in loro possesso (art. 19 del DPR 445/2000), al fine di evitare l’autenticazione presso le Autorità spagnole o i Notai (scarica qui il modello)

Legalizzazioni

I titoli di studio dovranno essere muniti di Apostille prevista dalla Convenzione dell’Aja del 5/10/1961, previa legalizzazione della firma. A tale fine devono essere presentati:

a) in primo luogo presso il “Ministerio de Universidades” (diplomi universitari)

https://www.universidades.gob.es/registro-legalizaciones-y-credenciales/

 o “Consejería de Educación della Comunità Autonoma” (diplomi non universitari)

b) successivamente presso il “Ministerio de Justicia” (o “Tribunal Superior de Justicia” nelle Comunità Autonome)   https://www.mjusticia.gob.es/es/ciudadania/tramites/legalizacion-unica-apostilla

Le copie dei titoli o certificati autenticate dai Notai non sono ammesse come legalizzazione del titolo di studio.

Traduzioni

Per il rilascio della dichiarazione di valore non è richiesta la traduzione.

Se gli istituti scolastici o universitari italiani richiedessero una traduzione legalizzata ci si potrà avvalere delle possibilità illustrate nell’apposita sezione di questo sito.

Per ulteriori informazioni o chiarimenti si prega di contattare l’Ufficio Scuole di questa Cancelleria Consolare.

 

Riconoscimento e convalida dei titoli di studio conseguiti in Italia

La competenza per il riconoscimento e la convalida dei titoli di studio conseguiti in Italia è delle Autorità spagnole

https://www.educacionyfp.gob.es/italia/consejeria-educacion.html

 

Trova più informazioni in

MIUR (Ministero dell’Università e Ricerca)

https://www.mur.gov.it/it/aree-tematiche/universita/equipollenze-equivalenza-ed-equiparazioni-tra-titoli-di-studio/titoli

CIMEA

https://www.cimea.it/pagina-riconoscimento-professionale