Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Carta d’Identità Elettronica (CIE)

Che cos’è la Carta d’Identità Elettronica?

La nuova Carta di identità Elettronica è un documento multifunzionale emesso dal Ministero dell’Interno e prodotto dal Poligrafico e Zecca dello Stato (maggiori informazioni dal sito del Ministero dell’Interno): attesta l’identità del cittadino; è un documento di viaggio valido per spostarsi nei paesi dell’Unione Europea e in altri Stati con cui sono in vigore specifici accordi; riporta il codice fiscale e si può utilizzare per richiedere un’identità sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) con cui accedere ai Servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni Italiane.

Come documento di viaggio, la carta d’identità elettronica equivale al passaporto ai fini dell’espatrio negli Stati membri dell’Unione europea, negli Stati dello Spazio Schengen non UE (Islanda, Norvegia, Svizzera, Liechtenstein) e in quelli in cui vigono particolari accordi internazionali.
Al riguardo, per ulteriori e più dettagliate informazioni, è possibile consultare il sito Viaggiare Sicuri.

Quale è la durata del documento?

La validità della CIE varia a seconda dell’età del titolare al momento della richiesta del documento; in particolare, la CIE scade al primo compleanno dopo:

– 3 anni dalla data di emissione per i minori che hanno meno di 3 anni di età;
– 5 anni dalla data di emissione per i minori con un’età compresa tra i 3 e i 18 anni.

Per i maggiorenni la carta, ai sensi del Regolamento (UE) 2019/1157, ha una validità massima di 10 anni, pertanto scade dopo 9 anni più i giorni intercorrenti fra la data della richiesta e la data di nascita.

La CIE ha, tuttavia, una validità limitata a 12 mesi dalla data di emissione nel caso – eccezionale – in cui sia rilasciata a cittadini impossibilitati temporaneamente al rilascio delle impronte digitali.

Chi può richiedere il rilascio della Carta d’Identità presso la Cancelleria Consolare di Madrid? Quali sono i requisiti?

Per poter chiedere il rilascio della CIE alla Cancelleria Consolare è necessario essere cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare di Madrid, già iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero). Si rammenta che l’iscrizione all’A.I.R.E. può essere effettuata attraverso il portale Fast-It, tramite una procedura che non richiede all’utente di recarsi in Cancelleria Consolare. Per maggiori informazioni sull’iscrizione all’A.I.R.E. ·> [cliccare qui]

È opportuno che ciascun richiedente la carta d’identità abbia una situazione di stato civile aggiornata presso l’amministrazione italiana. A tal fine, gli atti relativi ad eventi (di matrimonio, nascita figli, divorzio, ecc.) non avvenuti in Italia dovranno essere già stati presentati all’Ufficio Consolare o al comune di competenza. Vedere la sezione di Stato Civile ·> [cliccare qui]
Per i cittadini italiani nati all’Estero, è necessario che il relativo atto di nascita risulti già trascritto nei registri di Stato Civile del Comune di riferimento; per maggiori informazioni sulla trascrizione dell’atto di nascita ·> [cliccare qui].

Quando presentare la domanda per il rilascio della CIE?

La richiesta di una nuova CIE può essere presentata a partire da sei mesi prima della scadenza della carta d’identità da rinnovare (o in qualsiasi momento, nel caso di prima CIE). ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di richieste si invitano gli interessati a presentare la domanda con congruo anticipo.

Come si presenta la domanda per il rilascio della CIE?

1) La domanda di CIE deve essere necessariamente presentata tramite invio per posta raccomandata dei documenti richiesti (vedere sezione “documentazione da presentare”) al seguente indirizzo:

Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia in Madrid
Calle Agustín de Betancourt n. 3
28003 – Madrid

2) Una volta terminata la lavorazione della richiesta, il connazionale riceverà una e-mail con un codice personale per poter prendere appuntamento sul portale Prenot@Mi (https://prenotami.esteri.it) – per informazioni relative al portale di appuntamenti Prenot@Mi ·> [cliccare qui]

3) Il giorno dell’appuntamento, l’operatore consolare acquisirà i dati biometrici (rilevazione delle impronte digitali) e la firma, che verranno registrati in sicurezza all’interno del microchip presente nella propria CIE. Si fa presente che al momento attuale le uniche apparecchiature per la rilevazione dei dati biometrici sono presenti solo presso la Cancelleria consolare di Madrid.

4) Lo stesso giorno dell’appuntamento, l’operatore dovrà annullare la vecchia CIE o Carta d’identità cartacea (CIC) se la stessa è ancora valida. A seguito di questa operazione, la vecchia carta conserverà il valore di documento di riconoscimento, ma non potrà più essere utilizzata come documento di viaggio. Si raccomanda, dunque, di essere muniti di un altro documento di viaggio in attesa che la nuova CIE sia recapitata.

5) La CIE è prodotta dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e successivamente spedita, a mezzo posta a carico di Poste Italiane, all’indirizzo di residenza (o recapito) indicato dal richiedente. Il documento, pertanto, non è rilasciato a vista il giorno dell’appuntamento.

Quale documentazione va inviata per la domanda di rilascio CIE?

La documentazione da inviare subisce delle variazioni a seconda dello status familiare del richiedente:

a) Carta d’identità per adulto senza figli minori

b) Carta d’identità per adulto con figli minori

c) Carta d’identità per minori di anni 18

Quanto costa la CIE?

• 21,95 € in caso di primo rilascio o rinnovo
• 27,11 € in caso di duplicato per furto/smarrimento o deterioramento di CIE ancora in corso di validità

Si ricorda che le tariffe consolari sono soggette a possibili variazioni.

Il pagamento può essere effettuato, il giorno dell’appuntamento, presso gli sportelli della Cancelleria consolare attraverso POS con carte di debito e credito, esclusi i circuiti American Express o Diners.
In alternativaprima dell’invio dei documenti, si può versare l’importo sul conto corrente del Banco Santander (importante: è necessario effettuare un versamento per ogni singola richiesta):

intestatario del conto: Cancelleria Consolare Ambasciata d’Italia Madrid
IBAN ES08 0030 1126 4500 0155 4271
Codice BIC/SWIFT: BSCHESMM
(indicare nella causale cognome e nome del richiedente, ad esempio: Rossi Mario – Carta d’identità)

In caso di versamento bancario, la ricevuta dell’avvenuto pagamento deve essere inviata per raccomandata unitamente al resto della documentazione richiesta o presentata allo sportello il giorno dell’appuntamento.

Per ulteriori informazioni scrivere a: cic2.madrid@esteri.it