Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Allineamento anagrafe comunale/schedario consolare - Obbligo di trascrizione dell'atto di nascita (DPR 396/2000)

Data:

01/01/2019


Allineamento anagrafe comunale/schedario consolare - Obbligo di trascrizione dell'atto di nascita (DPR 396/2000)

Il Ministero dell'Interno, Servizi Demografici, ha comunicato alle Ambasciate ed agli Uffici Consolari che alcuni cittadini italiani nati e residenti all'estero non risultano allineati con il Comune italiano di riferimento (ovvero non sono stati confermati come cittadini italiani iscritti o iscrivibili all'AIRE - Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) per mancanza dei requisiti necessari previsti dalla normativa attuale (DPR n. 396/2000 - obbligo di trascrizione dell'atto di nascita). 

Poichè presso l’Anagrafe Consolare di Madrid l'iscrizione dei suddetti cittadini è stata regolarmente effettuata sulla base della domanda presentata dagli interessati sotto forma di Dichiarazione di Atto di Notorietà, e dato che gli schedari consolari non hanno valore anagrafico, quando i dati anagrafici in possesso dell'Ufficio Consolare non sono perfettamente allineati con quelli del Comune, si verifica l'impossibilità di ottenere l'iscrizione AIRE da parte del Comune stesso.

Le cause di questi mancati allineamenti sono varie, ma tra le più comuni possiamo trovare le seguenti: a) mancata trascrizione in Italia dell'atto di nascita, per acquisto automatico della cittadinanza italiana per matrimonio con cittadino italiano - avvenuto prima del 1984 -; b) consegna di una carta d'identità o di un passaporto italiano senza che la trascrizione della nascita sia stata effettuata; c) errori nell'indicazione del Comune di riferimento da parte del cittadino; d) rifiuto dell'iscrizione ARE da parte del Comune italiano, a causa di mancati requisiti di legge, ecc. 

I connazionali che si trovino in questa situazione e che intendano richiedere uno dei servizi consolari, potranno collaborare per il perfezionamento della loro posizione anagrafica e di stato civile nei confronti dell'Amministrazione italiana, ed eventualmente anche di quella dei familiari che si trovino nella stesse condizioni.

I cittadini che siano in grado di presentare un atto di nascita rilasciato dal Comune italiano (*) comprensivo degli estremi di trascrizione (numero, parte, serie, anno) potranno ottenere rapidamente il riallineamento.

In caso contrario il connazionale potrà collaborare per il buon esito dell'operazione di allineamento, contattando il proprio Comune italiano (http://www.comuni.it) oppure l'Ambasciata/Consolato che ha concesso la cittadinanza italiana. La Cancelleria Consolare cercherà di regolarizzare sempre le posizioni non allineate, semprechè ciò sia permesso dalla documentazione agli atti dell'ufficio e se il Comune italiano sia disposto ad accogliere la richiesta. Date le limitate risorse a disposizione degli uffici consolari, senza la collaborazione del cittadino i tempi per la risoluzione del mancato allineamento saranno sensibilmente più lunghi.

(*) Nel caso che il certificato di nascita non sia mai stato registrato in Italia, è necessario che l’interessato provveda a munirsi di un nuovo certificato di nascita originale del Paese di nascita, ed inviarlo quanto prima alla Cancelleria Consolare, con le modalità indicate nel sito web > cliccare qui per accedere alle informazioni per lo Stato Civile


122